Microsoft inizia ad accusare i colpi di Google

13 novembre, 2007

Alla Microsoft iniziano a sentire i colpi di Google che sempre di più minaccia il mercato del colosso di  Redmond.

Attualmente la cosa che sembra molto strana è la totale assenza di iniziative della dirigenza Microsoft per contrastare questa escalation.

Molti dipendenti fanno le valigie per andare a lavorare dalla grande G e dopo aver presentato lettera di licenziamento vengono gentilmente accompagnati fuori dai proprio uffici senza troppi complimenti.

Ballmer  dal canto suo, di natura molto esaltato e chiacchierone, non rilascia commenti ma si cela dietro ai classici commenti che ha sempre fatto come ad esempio “questo è un progetto che non avrà futuro” o “stanno sbagliando tutto, non abbiamo paura di loro”.

Di fatto però l’azienda sembra soffrire una certa situazione di stallo generale.

Personalmente mi dispiace sentire notizie del genere considerando il fatto che questa grande azienda, pur con tutti i suoi innegabili difetti, ha contribuire ad allargare il bacino di utenza dell’informatica mondiale portando, con i suoi prodotti, la tecnologia dei pc nella case di tutti noi.

Quindi un appello al boss della M è d’obbligo al fine di risvegliare in loro quello spirito “combattivo” che negli anni l’ha portata ad essere la regina delle aziende informatiche in tutto il mondo.

Link

Ciao a tutti.

Annunci

Vittorie (farvi restituire i soldi della vostra licenza Win…forse) e sconfitte (altra distro si allea a Microsoft)

24 ottobre, 2007

Vittoria

Sentenza che non ci farà subito contenti ma che crea un precedente per quanto riguarda le licenze di Win non richieste vendute insieme al pc che acquistiamo.

Un giudice di pace di Firenze infatti ha infatti condannato HP Italia ad un rimborso di 140 euro per aver fatto sostenere al cliente una spesa aggiuntiva di fatto non richiesta dallo stesso.

Davvero un’ottima cosa se si pensa alla mole di licenze che vengono vendute molto spesso in modo “abusivo” in quanto non richieste dall’utente finale che magari utilizza una delle tante distribuzioni GNU/Linux.

Link 

Sconfitta 

La sconfitta riguarda l’ennesima  distro che si allea con Microsoft, questa è la volta di Turbolinux che si è accordata con il gigante dello zio Bill ottenendo così protezione legale per i presunti brevetti violati da GNU/Linux (ma che fine hanno fatto sti brevetti?).

Chiaramente ci sono anche progetti di sviluppo software comuni.

E’ arrivato così a 5 il numero distro accalappiate da Microsoft, per l’esattezza: Novell, XenSource, Xandros, Linspire e la new entry Turbolinux .

Link 


Microsoft tra le aziende con licenze Open

17 ottobre, 2007

Dopo un contenzioso durato mesi, dopo un revisionare continuo di bozze e proposte ecco che la Microsoft entra con le proprie licenze, Microsoft Public License (MSP) e la Microsoft Reciprocal License (MSL), nelle fila delle aziende che propongono licenze di tipo “Open”.

L’approvazione dell’Osi è quindi completa.

Ora non mi interessa e non voglio leggere le licenze ma qualcosa mi dice che ci sia il trucco sotto.

A voi l’ardua sentenza.

Link

Ciao a tutti.


Un articolo ricco di spunti da una ottima webzine

3 ottobre, 2007

Spulciando la rete sono arrivato a questo articolo, leggetelo con molta calma e successivamente fermatevi a riflettere:

Leggi il seguito di questo post »


Multe per violazione del copyright, Windows preoccupata dall’Open source e ammonimento da parte delle autorità USA all’Italia in tema di pirateria

1 ottobre, 2007

La BSA americana ha recentemente portato a termine una azione che le ha permesso di accertare una violazione del copyright si una famosa media company internazionale della quale però non è stato reso noto il nome.

L’azione di controllo è stata promossa da alcune tra le software house più importanti del mondo quali Adobe, Autodesk, Avid e Microsoft.

Leggi il seguito di questo post »


Occhio Microsoft, l’europa non è l’america!!!

27 settembre, 2007

Mentre la Microsoft festeggia i suoi 25 anni del comparto hardware presentando nuovi prodotti esteticamente niente male ma dalle funzionalità di utilità alquanto dubbia (almeno per alcuni modelli), l’europa si appresta ad esaminare la possibilità di obbligare i grandi distributori di hardware a vendere i loro pc senza Win installato.

L’operazione sarà chiaramente molto gradita a coloro che usano GNU/Linux e non solo (ne gioiranno chi usa copie pirata dell’OS) chiaramente il tutto è ancora in alto mare e potrebbe essere anticipato dalle decisione delle stesse case costruttrici che iniziano a prendere la strada “vendo il pc anche con GNU/Linux”.

In definitiva la Microsoft non sta avendo certo dei bellissimi rapporti con il governo europeo che sembra realmente intenzionata nel proteggere il consumatore dagli abusi derivanti da una dominazione del mercato.

Un osso proprio duro.

Link hardware Microsoft

Link fonte notizia unbundling

Ciao a tutti.


Buone notizie per tutti……o quasi

26 settembre, 2007

Questa è una buona notizia per noi e cattiva per la Microsoft:

http://www.hwupgrade.it/news/web/antitrust-ue-sistema-operativo-preinstallato-nel-mirino_22665.html

questa invece è una buona notizia per noi e cattiva per la Microsoft:

http://www.hwupgrade.it/news/software/microsoft-windows-vista-e-downgrade-a-xp_22671.html

lo so le scritte prima delle due notizie sono uguali….lo zio Bill in questi ultimi tempi accusa colpi a destra ed a manca.

Ciao a tutti.

P.S.: per quanto riguarda la seconda notizia….essa è buona per noi perchè più persone non amano Vista più persone ritornano ad XP ma non trovando driver proveranno GNU/Linux.