Creare un server ftp con GNU/Linux e ProFtpd

Spesso si sente l’esigenza di avere a disposizione i propri documenti senza a portata di mano o comunque raggiungibili da ogni parte del mondo.

Per ovviare a questo si possono percorrere strade diverse che vanno dallo spazio di hosting sul web (a pagamento si intende) all’acquisto di un hd esterno dove riporre tutti i dati necessari alla vostra vista informatica.

In ogni caso queste due soluzione hanno degli evidenti svantaggi, nel primo caso il costo di uno spazio web adeguato alle vostre esigenze e la flessibilità del servizio che chiaramente non si adatta alle esigenze di tutti gli utenti, nel secondo il fastidio portare sempre con se un hd esterno (anche se di dimensioni ridotte) unito al costo della periferica ed allo spazio disponibile che in genere, e meno di usare hd da 3,5 pollici, non è sempre sufficiente.

Una alternativa ai due metodi sopra citate esiste, è totalmente gratuita ed ha il pregio di essere molto versatile e scalabile; si tratta di allestire un piccolo server ftp per uso privato da tenere sempre on-line grazie all’ausilio di un contratto ADSL di tipo flat (il classico contratto del 90% degli utenti ADSL).

Il progetto può sembrare ambizioso e di difficile realizzazione per chi non è molto esperto ma con l’ausilio di ProFtpd tutto si risolverà in pochi minuti avendo alla fine disponibile un server ftp completamente personalizzabile ed altamente scalabile.

Installare ProFtpd

Installare il software che ci permetterà di avere alle nostre dipendenze è molto semplice in quanto rientra nella categoria dei software che si hanno già normalmente inclusi all’interno dei repo di Ubuntu.

Quindi aprite un terminale e digitate quanto segue:

sudo apt-get install proftpd

verranno chieste alcune informazioni circa la modalità di esecuzione del software, potete anche decidere più tardi in quanto il software permette di specificare questi parametri anche dopo averlo installato.

Configurazione del server ftp

Appena installato il software presenta il suo file di configurazione nella sua posizione i default che è /etc/proftpd.conf.

Se volete dare uno sguardo alla configurazione standard del programma potete cliccare qui.

Per modificare le impostazioni aprite un terminale ed autenticate come root, successivamente usate un editor di testo come vi o nano per aprire il file .conf come segue:

nano /etc/proftpd.conf

ora cambiate le opzioni nel modo che più vi aggrada (una lista del significato delle stringhe è disponibile qui).

Chiudete salvando il file e rendete effettivi i cambiamenti effettuati con un restart del server da effettuare in questo modo:

sudo /etc/init.d/proftpd restart

Ora la vostra configurazione di base è terminata ma potete fare un test della sintassi del vostro file grazie a questo comando:

sudo proftpd -td5

Se volete comandare il vostro server da linea di comando ricordatevi di installare il pacchetto ftp.

IMPORTANTE

Dalle impostazioni di default il server darà accesso ad ogni utente del sistema alla sola cartella home dell’utente stesso è quindi vostra cura far si di impostare lo stesso affinché dia accesso all’interno contenuto dell’hd.

Conclusioni

La guida vuole essere una traccia di massima sulla configurazione del software in questione è per questo che molte delle opzioni disponibili andranno modificate a seconda delle esigenze di ognuno di voi.

Una volta configurato il tutto avrete disponibili i vostri contenuti in ogni parte del mondo, un argomento sensibile sulla realizzazione di un server è l’impatto che un hardware sempre acceso ha sulla vostra bolletta è per questo che vi consiglio di adottare pc in grado di realizzare configurazioni “wake on lan” di modo da avere un server in modalità sleep per la maggior parte del tempo.

Anche se, secondo me, questa è la migliore modalità per il risparmio energetico ricordate che in tal caso avrete un ritardo nell’accesso hai vostri dati dovuto allo startup della macchina dalla modalità sleep, ritardo che comunque non inficia il beneficio del notevole risparmio energetico che noterete.

La macchina ideale per realizzare questo progetto non necessita di molta potenza di calcolo piuttosto dotate il tutto di un buon hd e di una discreta linea ADSL in modo di avere una buona velocità finale.

Se volete approfondire l’argomento vi consiglio di visitare il sito del progetto ProFtpd dove è presente un ottimo manuale, degli ottimi howto sull’argomento e delle configurazioni già pronte.

Ciao a tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: