X server, quando la configurazione diventa un gioco

Gusty Gibbon, la nuova release di Ubuntu prevista nel mese di Ottobre, avrà uno dei meriti più importanti secondo me nel mondo GNU/Linux ossia quello di portare la configurazione del server grafico X alla portata di tutti e non solo di utenti esperti.

La feature che sta per essere ultimata e che sarà inclusa nella nuova versione di Ubuntu permetterà di configurare il server X grazie ad una interfaccia grafica.

Niente più linee di comando e file xorg.conf quindi dopo una partenza fallita del comparto grafico.
Sono state pubblicate anche una serie di screenshot (che potete trovare qui) le quali dismostrano come ora il sistema sia a prova di “utente alle prime armi” o se preferite “utente Win”.

Se una configurazione dovesse non funzionare a dovere e creare quindi errori verrà avviata la displyconfig-gtk, una interessante applicazione in GTK/Python che aiuterà in modalità grafica a fare un setting completo di monitor e scheda video in modo da avere una nuova sezione grafica funzionante e scattante.

Sarebbe già molto ma si è voluto strafare, vi è infatti la possibilità di usare i file .inf di windows per calibrare  in modo automatico i parametri dei monitor.

Chiaramente lo sviluppo dell’applicazione è ancora in corso e presenta numerosi bug i quali però, assicurano gli sviluppatori, saranno corretti al momento del rilascio di Ubuntu.

Alcune considerazioni personali: chiaramente questo potrà essere un incentivo per convincere utenti impauriti dalla complessità del file xorg.conf (che poi in realtà è molto semplice) a migrare da Win a GNU/Linux.

Storceranno il naso i puritani della shell che si ritroveranno finestre aperte ovonque anche nelle azioni che da tempo immemorabile richiedevano l’uso del terminale.

Sinceramente faccio parte, per quanto riguarda questa particolare situazione, della seconda categoria in quanto ho talmente “sudato” (nel senso di $sudo -s ) sopra al file xorg.conf che alla fine mi sentivo a casa all’interno delle sue righe di codice.

Colgo la notizia comuqnue con molto entusiasmo anche se spero profondamente che in questo modo non si escluda la possibilità di interventi manuali vecchio stile con l’innegabile fascino della linea di comando.

Ciao a tutti.

P.S.: questo scherzetto unito al supporto pressochè totale della scheda video del mio portatile (Intel945gm) ed alla nuova interfaccia di configrazione del sistema dual monitor fa andare in fumo le ore spese ed il sudore prodotto nella configurazione dello xorg.conf del mio pc nonchè della costruzione degli script di shell per lo switch automatico delle varie configurazioni.

Devo ammettere però che è stato divertente e molto educativo, se avessi trovato tutto pronto non avrei mai imparato lo shell scripting, quindi alla fine ve bene così.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: