Thread Building Blocks ora Open sources, la Intel pensa dunque anche al pinguino?

Thread Building Blocks, chi sarà mai questo sconosciuto (per lo meno da parte mia) software dal nome tanto arcano??

Iniziamo dal principio, per sviluppare applicazione capaci di sfruttare a pieno i nuovi processori di tipo dual core ci si deve rivolgere a programmi ben noti come OpenMP, POSIX e Windows thread.

La Intel aveva il suo bel software a pagamento il quale permetteva un enorme risparmio di tempo e di fatica nello scrivere applicazioni ottimizzate per i processori dual core, in grado di sfruttarne a pieno il multi thread e quindi il calcolo parallelo, ottenendo così notevoli incrementi prestazionali per applicazioni scritte in C++.

Ora la nostra azienda di processori ha rilasciato tale programma sotto licenza GPL2 e si parla anche di GPL3, il tool in questione risulta, secondo Intel, essere indipendente dal tipo di compilatore utilizzato, dal processore e dal sistema operativo.

L’unica parte del programma che rimarrà sotto “normale” licenza saranno i componenti di runtime.

Per l’evento è nato anche un apposito sito (cliccare qui per vedere) nel quale è possibile leggere dettagli circa il software.

Ottima notizia per chi è in grado di sfruttarla………………..io non di sicuro.

Ciao a tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: