Intervista a Michele Angrisano

Michele Angrisano è uno dei nostri giovani e baldi ragazzi che fa parte del team Ubuntu, è impegnato in molte attività e mi è balenata l’idea ad una sua possibile intervista grazie anche al consiglio di Felipe (Pollycoke).

Contattato immediatamente ho trovato cortesia e disponibilità da vendere quindi nel giro di due giorni abbiamo concluso l’intervista, secondo me molto interessante, che vi vado a mostrare, devo dire che mi ritrovo molto nel suo pensiero e nelle sue idee (anche se sono notevolmente più attempato) e gli auguro di avere una carriera brillante, perchè no, proprio nel mondo Open.

Per chi volesse qualche notizia in più circa Michele vi rimando alla sua pagina su Launchpad.

Buona lettura a tutti.

INTERVISTA

1)Da quanto tempo ed in che modo collabori al progetto Ubuntu, quali sono le tue responsabilità?

Collaboro al progetto Ubuntu dal Marzo 2006, lo stesso mese della prima installazione della distribuzione.
Lo faccio con molto entusiasmo perchè credo nel progetto e nel free software in particolare. Spero che in molti la pensino come me e collaborino con lo stesso mio entusiamo.
Nei primi tempi, rimasi affascinato sia per quanto riguarda l’organizzazione e sia per quanto riguarda il modo di fare delle persone nel portare avanti un progetto così grande.

Le mie responsabilità maggiori riguardano principalmente il canale di supporto nel server freenode.net. Sono operatore del canale dal Febbraio di quest’anno.

Altre mie responsabilità:

Traduzioni
Sviluppo software
Documentazione
Supporto

2)Usi anche altre distro?

Uso sullo stesso pc anche “la mamma” di Ubuntu, cioè, Debian. L’ho installata dopo qualche mese dalla prima installazione di Ubuntu (Windows, dopo aver installato Gnu/Linux, è durato davvero poco).

Ho installato Debian perchè ero curioso di vedere quali fossero le differenze cruciali che dividono i due sistemi. In questo ultimo periodo, la uso principalmente per lo sviluppo.

3)Preferisci GNOME o KDE?

Preferisco GNOME per la sua semplicità e la sua potenza. All’inizio può sembrare spartano ma è un ottimo desktop environment. KDE mi dà troppo la sensazione di avere Windows, imho.

4)Usi qualche composite manager?

No.

5)Che tipo e quali programmi usi abitualmente?

Mutt, Irssi, Pidgin, Firefox, Vim.

6)Ci fai vedere il tuo desktop?

Vuoto:

Desktop Michele
Con terminale:

Desktop Michele 2
7)Pensi che GNU/Linux sia alla portata di tutti gli utenti o c’è ancora da lavorare?

Beh, che ci sia da lavorare ancora questo è sicuro. Purtroppo, l’unico problema degli utenti che ancora usano Windows sta nel credere che Gnu/Linux sia difficilissimo da usare e quindi, impossibile da gestire. In molti parlano semplicemente per sentito dire e la cosa, sinceramente, mi dà noia.
Ho notato, però, in quest’ultimo periodo, che in molti migrano a Gnu/Linux e soprattutto, a Ubuntu e ciò significa che qualcosa sta cambiando.. 😉

8)Cosa ne pensi dell’eterna rivalità tra Microsoft e GNU/Linux anche in vista delgi ultimi accordi con Novell ecc.ecc.?

La rivalità sarà eterna finchè esisteranno due scuole di pensiero opposte per quanto riguarda la licenza sui software. In molti cercano di capire i veri motivi. Qualcuno ci sarà già arrivato ma noi semplici umani, dobbiamo solo aspettare.

9)GPLv3, giuste o sbagliate?

Credo sia giustissima come licenza, (la penso così anche per le sue precedenti versioni) soprattutto son d’accordo sulla clausola “cross-licensing”, infatti non mi piace affatto l’accordo tra Microsoft e Novell.

10)Un tuo parere sul panorama italiano Open Sources, a che punto siamo nello stivale?

Beh, frequentando spesso il canale di supporto su freenode.net e, naturalmente, anche il forum, devo dire che di italiani con Ubuntu, ma soprattutto con Gnu/Linux, ce ne siano e come.
Non mi interesso particolarmente dei dati statistici sull’uso di questo sistema ma devo dire che in molti stanno capendo cos’è giusto nella vita. 😉

11)Quando e come hai conosciuto GNU/Linux?

Ricordo che avevo un bisogno ossessivo di eliminare Windows dal mio pc. Pensai a un MAC, infatti mi ero deciso che dopo un po’ di giorni sarei andato in centro a comprarne uno. Dopo poche ore, LA LUCE: Un tizio mi consigliò di passare ad Ubuntu.
Lessi molta documentazione, cominciai ad osservare i metodi di supporto sul forum e nel canale e da lì, amore a prima vista.

12)Perchè hai scelto un sistema operativo libero ma “difficile” da usare e non un sistema chiuso e facile?

Prima di tutto perchè mi ero stancato di riavviare il computer anche per le minime cose, poi perchè sentivo il bisogno di cambiare, di conoscere altri sistemi e di capirne i funzionamenti. Devo dire che ora sono felice della mia scelta.

Per quanto riguarda la difficoltà nell’usare Gnu/Linux, per me non è mai stata un problema.

13)Che tipo di pc hai?

Ho un pc abbastanza vecchio che mi è stato regalato dai miei genitori nel Gennaio 2000. E` stato il mio primo pc, tengo molto a lui.
Caratteristiche:

Nome del PC: Dione
Processore: Intel Pentium 4 (2.53Ghz)
RAM: 256 Mb
Scheda video: Nvidia GeForce 4 MX440

Poi ho un portatile con su Slackware.

14)Quante ore passi davanti al computer in media?

Tante, in media 13/14 al giorno.

15)Ti definirersti un hacker nel senso intimo del termine?

Per me l’hacker è colui che sfida la propria intelligenza nel cercare soluzioni ai problemi più impensabili ed è ciò che faccio io ogni giorno 😀

16)Attualmente lavori/studi/disoccupato?

Quest’anno ho finito la maturità. Indirizzo informatico.
A Settembre inizierò a studiare ingegneria informatica presso la facoltà Federico II di Napoli.

17)Cosa dicono gli altri (famigliari/amici/ragazza) della tua passione per il pc, sta diventando un’ossessione?

Si sono accorti tutti che ho una passione enorme per l’intelligenza artificiale. I miei genitori sono d’accordo perchè seguo con entusiasmo ciò che mi piace, sempre. Ai miei amici e partner, non racconto quasi nulla perchè non voglio diventare io la loro ossessione 😀

18)Un saluto a tutti gli utenti GNU/Linux ed un augurio per il futuro.

Saluto tutti gli utenti Gnu/Linux, in particolar modo i mattacchioni di Ubuntu/Debian che mi conoscono su freenode.net.

Frase tipica: Il sapere umano appartiene al mondo (presa dal film “Antitrust”)

GRAZIE MILLE PER LA CHIACCHIERATA

2 risposte a Intervista a Michele Angrisano

  1. Build a new house is a big decision to have to take your cabinets on as a spring
    project. Depending on your kitchen, you want to be done.

    Always make sure you cover all points. When the estimator asks if you’d like your home Remodel Mobile Home to have a few high-end features in the kitchen can make drab cabinets look new, it will not fix an unsound cabinet structure. This is because they will probably know just what to do? Who does not want to live in, or homes of a certain degree of wealth.

  2. porn scrive:

    Combine the dry and wet substances along with
    a wooden spoon. Don’t overmix. Are you uninterested in me
    saying that but? But belief me, this is very important
    to guarantee a mushy, fluffy muffin.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: